Cuori

Questo nuovo medical drama romantico, ambientato negli anni ’60, racconta le vicende dei dottori del Reparto di cardiochirurgia dell’ospedale Molinette, tra casi medici, triangoli amorosi, pregiudizi/discriminazioni ancora purtroppo attuali ed emancipazione femminile.

Cuori - Locandina

Titolo: “Cuori”
Paese: Italia
Anno: 2021
Genere: drammatico, in costume, medico, sentimentale
Stagioni: 1
Episodi: 16
Durata: 50 min (episodio)
Regia: Riccardo Donna
Sceneggiatura: Mauro Casiraghi, Fabrizio Cestaro, Simona Coppini
Interpreti e personaggi: Daniele Pecci (Cesare Corvara), Matteo Martari (Alberto Ferraris), Pilar Fogliati (Delia Brunello), Andrea Gherpelli (Enrico Mosca), Marco Bonini (Ferruccio Bonomo), Neva Leoni (Serenella Rinaldi), Bianca Panconi (Virginia Corvara), Carola Stagnaro (Suor Fiorenza), Carmine Buschini (Fausto Alfieri), Benedetta Cimatti (Luisa Ferraris)

Domenica 17 ottobre è andata in onda la prima puntata di una nuova serie tv di genere medical drama “Cuori”. Siamo alla fine degli anni Sessanta. Cesare Corvara (Daniele Pecci), primario del Reparto di cardiochirurgia dell’ospedale Le Molinette di Torino, mette insieme una squadra di ottimi medici per tentare un’impresa straordinaria: realizzare il primo trapianto di cuore della storia. I prescelti sono la dottoressa Delia Brunello (Pilar Fogliati), dotata di un orecchio assoluto con cui riesce ad individuare i problemi di cuore senza utilizzare strumenti, che torna in Italia dopo un praticantato di sei anni a Houston in America e il medico Alberto Ferraris (Matteo Martari), richiamato da un Istituto di Stoccolma. Delia ora è sposata con Corvara, ma in passato ha avuto una relazione molto importante con Alberto, che non l’hai dimenticata e questo triangolo amoroso movimenterà tutte le puntate.

Anche in questa fiction non c’è mai una gioia per i personaggi interpretati da Matteo Martari e Pilar Fogliati: se nella serie Tv “Un passo dal cielo” Pilar interpretava un’etologa che aveva un rapporto di amore/odio con l’ambiguo Maestro Albert Kroess (interpretato proprio da Martari) e tentava inutilmente di redimerlo, anche in questa nuova fiction il loro rapporto è messo a dura prova. Delia, inoltre, non ha solo problemi sentimentali, ma anche lavorativi. Essendo l’unico medico donna del reparto, gli altri dottori uomini non la vedono di buon occhio così come le suore che svolgono la professione di infermiere. I suoi colleghi non approvano il suo look “moderno” (minigonna, tacchi e camice slacciato), il suo carattere intraprendente e i suoi metodi “innovativi”. Anche i pazienti preferiscono un dottore uomo perché si sentono più tranquilli, ma Delia combatterà per farsi accettare senza mai cambiare il suo modo di essere. Malgrado l’ambientazione negli anni ’60, la serie quindi si conferma molto attuale perché ancora oggi le donne vengono ingiustamente discriminate sul posto di lavoro a causa di tanti pregiudizi. Altri punti di forza sono il cast molto affiatato e la ricostruzione storica, è tutto molto curato dalle scenografie ai costumi.

“Cuori” merita la visione. La prossima puntata si può guardare domenica 24 ottobre sempre su Rai 1 alle 21:25.

Recensione a cura di Vanessa Varini
Artivolo pubblicato originalmente su IlTermopolio

LA SERIE SI PUÒ RECUPERARE SU RAIPLAY:

https://www.raiplay.it/programmi/cuori

FOTO TRATTE DA:

https://style.corriere.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: